lunedì 29 maggio 2023, ore
CULTURA & GOSSIP
LIBRI - "Cammino sul Filo Rosso" di Joséphine Valley, presentazione martedì 28 marzo a Roma
27.03.2023 11:04

Martedì 28  marzo  alle ore 16,30 presso la Sala  degli Atti Parlamentari della Biblioteca “Giovanni Spadolini”in Piazza della Minerva 38 a Roma, su iniziativa della Senatrice Valeria Valente, sarà presentato il libro d’artista intitolato “Cammino sul filo rosso”, con poesie di Joséphine Valley e illustrazioni di Christophe Mourey.  Ventitre poesie e altrettanti disegni  intendono far riflettere sulla dura realtà che ancora oggi troppe donne vivono con la violenza a loro rivolta sia psicologica che fisica. Nell’elegante libro stampato  in 25 esemplari su carta d’Amalfi dell’Antica Cartiera Amalfitana da Carmine Cervone, scorrono parole che colpiscono l’anima di chi legge caratterizzate da un linguaggio apparentemente difficile, a volte ambiguo e misterioso, a tal punto di disorientare il lettore impossibilitato a seguire un filo logico. D’altronde, questo stile denominato “ermetico” già era conosciuto in Italia intorno agli anni ’30 del secolo scorso il cui tema centrale, dal contenuto concettualmente difficile, rappresenta il senso della solitudine disperata. Appartengono a questo movimento letterario poeti come Ungaretti, Apollinaire, Montale, Quasimodo, Valery per citarne i più famosi. Ma la nostra poetessa che vuole rimanere anonima con una nome di fantasia, lega per l’occasione le sue emozioni ad “un filo che non si spezza mai se non una volta nella vita”. “Finalmente ho potuto vedere e leggere il libro. Ho pianto…..quanto dolore,quanta struggente poesia,quanto orrore, dolore, sofferenza- scrive il Principe Maurice Agosti che modererà il dibattito  a cui parteciperanno  lo scrittore DemoEtnoAntropologo Marco Fiore e la scrittrice Criminologa Assunta Mango- eppure anche bellezza, forza evocativa, pulsione alla libertà, alla dignità, all’amore”. Saluti della Sen.Valeria Valente Presidente della Commissione femminicidio della XVIII legislatura.E’ la storia di una donna vittima di abusi e violenze domestiche, vittima di pregiudizi sociali, che ha conosciuto il dolore e il ricatto, ma è anche una storia di riscatto e coraggio, di riscoperta di sé e del mondo tramite la forza dell’amore attraverso il potere della letteratura e il valore della parola. Tutti versi ,raccontati  e affiancati dai soggetti iconoclasti, ritmi e composizioni dal tratto risolutamente classico  di Christophe Mourey, parigino che vive e lavora a Napoli da oltre 20 anni,che per l’occasione “accompagna” i versi per donare all’autrice la bellezza, la purezza,  la speranza, la luce per riuscire a perdersi in un universo di fantasie. Come una cometa, che offre un segnale da seguire per raggiungere una meta o almeno sognarla o aspirare a trovarla, i  disegni,  sono anche loro  ricchi di poesia con dettagli intriganti e scene di corpi, sovrapposizioni e rari colori  per proporre “un viaggio” nell’illusione del sogno attraverso la sensazione di trovarsi immersi al centro di una cerimonia segreta dal rituale criptato che in un medesimo movimento si offre e si sottrae. Già da un primo veloce sguardo emerge come i colori più usati dall'artista siano il blu, il verde e il rosso che rappresentano anche la fusione fra la bandiera italiana e quella francese. Nulla è lasciato al caso. Mourey con i suoi coloratissimi disegni intende non solo rappresentare luoghi , ma imprimere sulla carta una propria indagine sociale, culturale e storica.

 

 

 

SCHEDA INFORMATIVA

Autore: Joséphine Valley

Disegni:Christophe Mourey

Titolo: “Cammino sul Filo Rosso

Libro  Carmine Cervone

Sede: Sala Atti Parlamentari  Biblioteca “Giovanni Spadolini” Piazza della Minerva 38, Roma

Presentazione:Martedì 28 marzo  ore 16,30

Comunicazione | Ufficio Stampa Daniela Ricci

 

Nel 2009 Mourey realizza il suo primo libro "Napoli Euforika – Il cuore" pubblicato dalla casa editrice Tullio Pironti. Si tratta di una raccolta di 180 disegni realizzati fra il 2004 e il 2009. Ogni opera che vi compare raffigura la Napoli vista, per l’appunto, attraverso gli occhi di un francese, filtrata dallo sguardo di Christophe Mourey. La parola Euforika è stata una scelta non casuale, ma accuratamente studiata e selezionata per rivelare la reale intenzione dell'autore. Ossia descrivere come in fondo l’euforia sia di Napoli e Napoli sia euforika nel senso greco dell’"io porto bene". "Euforika" intesa come compenetrazione di anima e corpo, di sostanzialità e determinazione, di un moto indotto dalla ribellione che tanto caratterizza la città. È questa una parentesi necessaria da aprire per poter comprendere pienamente la collezione di opere su Napoli di Mourey. Mourey cattura tutti i dettagli di un monumento, di una strada , architettura, ma anche di una situazione che a noi appare usuale  e familiare. Come in un fermo immagine riesce a trascrivere i ricordi  di una passeggiata veloce per le vie del centro, di un giro in macchina nel traffico sul lungomare per raccogliere   luoghi   percependo emozioni trasmesse in un dato momento come un  frame di un racconto visivo.. Diplomato in pittura all’Accademia di Belle Arti di Rouen in Francia , disegna incessantemente tentando di ricalcare l’identità dell’humus che rappresenta non solo espressivamente, ma con un’attenta ricostituzione dell’oggettività, della visione in un’ottica socioculturale.

ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>